Come è fatto l’aquilone

Prima di mostrarvi il montaggio di un aquilone acrobatico delta a 2 cavi vediamo le parti che lo compongono:

  1. bordo alare o leading edge , spesso abbreviato con LE
  2. bordo di uscita, trailing edge, all’interno di questo a volte troviamo il meolo, un cavo sottile che ne regola la tensione
  3. punta d’ala, wing tip
  4. coda
  5. traversa inferiore o lower spreader
  6. tendivela, standoff o whisker
  7. spina, spine
  8. briglia o bridle formata da 3 rami: superiore, inferiore e interno, il tow point è il punto dove si collegano i cavi alla briglia
  9. traversa superiore, upper spreader
  10. naso
  11. la vela

Poi ci sono i connettori che uniscono le varie parti: connettori bordo alare-traversa, connettori traversa-standoff, connettori vela-standoff, e il T centrale o center T, a volte indicato come CT, che unisce la spina alla traversa inferiore; infine le cocche sulla punta dell’ala, che tramite un cordino o un elastico tengono la vela in tensione.

One comment on “Come è fatto l’aquilone
  1. Di Tommaso Massimo ha detto:

    nella foto ti ringrazio vivamente che ho capito l`inbrigliatura grazie ma non vedo dove attaccare i cavi di traino e nel mio aquilone uguale a quello nella foto ho 2 briglie che mi restano in mano dove le metto?
    dammi na risposta ti prego e´un sacco di tempo che posseggo st`aquilone e non riesco a farlo volare ora grazie a te ci sono vicino grazie
    MAX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*