I monofilo pilotabili

di Franco Dall’Omo

Guida alla scelta del vostro monofilo pilotabile.

Questi aquiloni, una volta apprezzati da pochi, in un settore che è di nicchia, ultimamente hanno preso prepotentemente piede, diventando un must che non può mancare nella sacca di ogni vero aquilonista. Allo svizzero Thomas Horvath, va a nostro giudizio, il merito di aver reso popolare questo tipo di aquiloni.

Una mezz’ora per imparare a gestirli, e poi non li abbandonerete più…

Poetici Glider o eclettici sinergici, quel’è il monofilo che fa per voi?

Monofilo sinergici

Denominazione dovuta a Thomas Horvath, che descrive il gioco di forze tra vela, steccatura e tiranti, che dà la vita ai suoi aquiloni.
Il grande classico, l’irrinunciabile, il più venduto, il compagno di tanti voli, ovunque ed in qualsiasi condizione…con Urban Ninja non rimarrete mai “a piedi”.
Rapide rotazioni, picchiate improvvise, tutto il repertorio di questo aquilone, da noi nella versione economica prodotta dalla tedesca Kitewalker, come del resto la versione ridotta Zero 1.1, più adatta a voli in spazi ristretti e dotata di una maggiore galleggiabilità.

Glider, il nome dice tutto.

La forma generalmente a delta ed il lento scivolare d’ala, il loro volo è pura poesia.
In catalogo disponiamo dei sinergici HQ HYBRID, la serie economica progettata da Thomas Horvath e prodotta dalla tedesca HQ, quindi un progetto d’eccellenza, prodotto da una manifattura di qualità, ad un prezzo abbordabile.
In tre misure, sono facili da gestire, con ottime prestazioni, e sono vivamente consigliati anche a chi inizia. Le dimensioni denotano il tipo di volo, più sarà grande l’aquilone, più lento e gestibile (e bello) sarà il suo volo.


Fa parte della categoria glider, anche il Laima della Flying Wings, molto particolare per la sua bellissima forma, come del resto il Wala Xl ed il fratellino minore Wala, sempre di Flying Wings. Aquiloni con un ottimo rapporto qualità-prezzo, forse più tecnici dei delta HQ, ma di sicuro impatto. I due Wala poi, possono volare anche nei giorni di vento forte, applicando le code in dotazione , diventando dei bellissimi statici.

Il Plutz 3, é realizzato da Ceewan, aquilonista della Malaysia che ha realizzato questo modello perfezionandolo nel corso degli anni partendo dal Plaatz, un progetto libero.

Come si vola? Col cavo già attaccato, ponete l’aquilone a terra col naso rivolto verso di voi, ed allontanatevi di qualche metro, srotolando il cavo. Appoggiate lo yoyo a terra, ed impugnate il cavo con le due mani su un lato del corpo. Recuperate cavo velocemente e…state volando; rilasciando il cavo l’aquilone si allontanerà, con un po’ di pratica imparerete a farlo ruotare di 180 gradi e riportarlo verso di voi.

Buoni voli con o senza vento!

One comment on “I monofilo pilotabili
  1. zauli werther ha detto:

    Buona sera, sono un aquilonista della provincia di Ravenna, sono rimasto affascinato dal video del Urban Ninja! Ma, siccome ora che ho da dedicare tempo alla famiglia, ho poca voglia di mettermi alla macchina da cucire ..fino a tardi come facevo una volta! Cmq quanto costa quest’aquilone e dove lo posso trovare? Grazie cmq, a presto e Boni Voli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*